Inserisci il tuo nickname

Inserisci il tuo nickname di Vittoria Agostinelli – recensione di Carlo Lanna 

Titolo: Inserisci il tuo nickname 

Autore: Vittoria Agostinelli 

Editore: Self

Voto: 4/5 

Trama: È possibile trovare l’amore online? Fabio, diciotto anni, non ci spera più di tanto. O forse sì. È gay, anche se non lo sa ancora nessuno, e la cosa che più desidera è trovare un amico come lui con il quale parlare e, perché no, fare anche un po’ di esperienza. Ma potrebbe essere più complicato del previsto.Quando decide di incontrare un uomo maturo, le cose non vanno esattamente come aveva immaginato. Deluso e scoraggiato, Fabio è pronto a rinunciare a tutto e a uscire per sempre da quella chat d’incontri. Prima che possa farlo, però, lo contatta un certo Eros, bello come il dio dell’amore di cui porta il nome…

Recensione: Quando si tratta di una novella di poche pagine, come quella di Vittoria Agostinelli, non è facile avere un’opinione sul testo che si ha davanti. Una novella non è un romanzo ma neanche un racconto breve. È qualcosa che sta nel mezzo. In poche pagine bisogna essere diritti e concisi, ma scrivere una storia che abbia il suo inizio e la sua fine in un numero limitato di parole. L’autrice, pur non riuscendo a pieno titolo nell’impresa, regala comunque una storia dolce e sofferta che merita di essere letta. L’autrice cerca di scandagliare l’animo umano e cerca di raccontare le gioie (e i dolori) della scoperta di noi stessi. E lo fa attraverso un incontro fugace, e lo fa attraverso la storia di Fabio che all’età di 18 anni cerca di capire perché prova attrazione per le persone del suo stesso sesso. Da inesperto, cerca l’amore, quello vero, e spera di poterlo trovare nel misterioso Eros. 

Ho apprezzato molto l’idea di una storia contemporanea e ho apprezzato il modo il cui l’autrice ha raccontato i dubbi e le paure che albergano in noi. Una storia di grande valenza che, secondo il mio punto di vista, meritava più approfondimento e una maggiore caratterizzazione dei personaggi. Lo dico perché, se fosse uscito un romanzo invece che una novella, la storia di Fabio sarebbe stata ancora più bella. Ma ho apprezzato lo sforzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Inizia con un blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: