Howtown: Piccola città

Titolo: Howtown: Piccola città (Henry Rios Vol. 4)
Autore: Michael Nava
Editore: Triskell Edizioni
Data pubblicazione: 21 ottobre 2022
Voto: 4/5

Trama: Un caso controverso riporta l’avvocato Henry Rios nella cittadina in cui è nato, mettendolo nella traiettoria di un implacabile assassino.

Sono passati quasi dieci anni dall’ultima volta che Henry Rios ha visto sua sorella, Elena, dopo che una storia familiare dolorosa ha lasciato entrambi segnati da ricordi infelici. Ma la loro riunione è ben diversa da ciò che aveva immaginato: sua sorella vuole chiedergli di difendere Paul Windsor, un loro vecchio conoscente che ha un passato di pedofilia ed è stato accusato di omicidio dopo che la polizia ha rilevato le sue impronte sulla scena del crimine.

La vittima, che smerciava pedopornografia, è stata torturata e poi massacrata di botte in una stanza di motel. L’indagine riporta Rios nel suo vecchio quartiere e lungo una strada tortuosa di ricatti, gelosie e amore malato. Costretto a guardare in faccia i suoi demoni, dovrà affrontare alcune difficili verità su se stesso… e le macchinazioni di un killer spietato.

Con la consueta attenzione ai chiaroscuri dell’anima, Michael Nava ci riporta nella California di fine anni Ottanta per immergerci nel calore opprimente di una piccola città dell’entroterra e in una storia complessa, che intorbida il confine tra carnefice e vittima.

Recensione: Henry Rios, avvocato difensore, viene chiamato dalla sorella nella sua cittadina natale per la difesa del fratello del suo migliore amico, che tra parentesi sono anni che non vede, accusato di omicidio.
È stata una lettura interessante anche se quasi del tutto incentrata sulla preparazione della difesa del suo cliente e ci ha dato uno scorcio, per noi profani, sul lavoro di un avvocato difensore senza però usare troppi termini legali che potrebbero risultare incomprensibili ai più. In questo libro vengono trattate molte questioni, da quelle familiari di Henry e del suo cliente, a quelle di una piccola cittadina soffocante e omertosa, che Nava descrive nei minimi particolari favorendo l’immaginazione del lettore, dalla religione come fuga, al potere che potrebbe dare una divisa e ai danni che potrebbe recare una testata giornalistica, senza mai però annoiare (anche se a volte alcune descrizioni le ho trovate un po’ prolisse).
Pur avendo da diverso tempo i primi tre volumi di questa serie sul mio kindle non mi sono mai decisa a iniziarne la lettura quindi non so come sia nato il rapporto tra Henry e il suo compagno Josh ma da quanto ho visto in questo quarto libro pare che l’amore tra i due non sia diminuito, anzi la malattia di Josh pare l’abbia rafforzato e penso che dopo questo quarto non aspetterò oltre per mettermi alla pari.

Milena G.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Inizia con un blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: